El siłitsiho ze 'l elemento chímego deła tabuła periodega dełi elementi che el ga come sinboło Si con vałentsa 26, e el ga come númaro atomego 14. Ze un semimetało e un semicondutor. El ze meno reativo del soo analogo chímego, el carbòniho, ze el secondo elemento per abondantsa neła crosta terestre dopo l'osigheno, conponendone el 27,72% del peso. Se trova in ardziła, feldispato, granito e cuartso, printsipalmente in forma de biosido de siłitsiho, siłicati e ałuminosiłicati (conposti contenenti siłitsiho, osigheno e metałi). El siłitsiho ze el conponente printsipałe de véro, tsemento, tseramega e siłicon.

IstoriaCànbia

El siłitsiho (dal latin silex, silicis che signifega seltse) el vien identifegado per ła prima volta da Antoine Lavoisier nel 1787, e el vien sutsesivamente scambia'o par un conposto da Humphrj Davj nel 1800. Nel 1811 Gaj Lusac e Thenard probabilmente ełi ga preparà del siłitsiho amorfo inpuro atraverso el rescaldamento de potasiho con tetrafluhoruro de siłitsiho. Nel 1824 Berzelius ga preparà del silicio amorfo usando tsirca ło steso metodo de Lussac. Berzelius inoltre purifegò el prodoto atraverso sutsesivi lavadzi.

CarateristegheCànbia

Neła soa forma cristałina, el siłitsiho ga un cołore gridzo e 'na lutsentetsa metałega, ma el soo cołore el pò variar. Anche se ze un elemento relativamente inerte, readzise cołi alogheni e 'i alcałi diłui'i, ma la madzior parte dełi atsidi (etseto 'l atsido fluhoridrego) no ło intaca.

El siłitsiho trasmete pí del 95% de tute łe longhetse d'onda deła lutse infraroseta.

Il silicio è alla base di tutti i silicati, minerali formati da silicio e ossigeno più altri elementi in forma ionica. I silicati sono contenuti nei magmi e, per la struttura tetraedrica della silice, il magma diventa più viscoso, e capace di trattenere maggiori quantità di gas. In base al contenuto di silice si determina l'acidità di un magma e delle rocce dal quale deriva. Se è poco presente il magma si dirà basico.

DisponibiłitàCànbia

Il silicio è il principale componente degli aeroliti, che sono una classe di meteoroidi nonché della tectite, che è una forma naturale di vetro.

Calcolando in base al peso, il silicio compone il 27,7% della crosta terrestre e dopo l'ossigeno è il secondo elemento più abbondante. Il silicio elementare non si trova in natura, appare in genere come ossido (ametista, agata, quarzo, rocce cristalline, selce, diaspro, opale) e silicati (granito, amianto, feldspato, argilla, orneblenda, mica e altri).

IzotopiCànbia

Il silicio ha nove isotopi, con numero di massa che varia tra 25 e 33. Il 28Si (l'isotopo più abbondante, con il 92,23%), il 29Si (4,67%), e il 30Si (3,1%) sono stabili; il 32Si è un isotopo radioattivo prodotto dalla spallazione nucleare dell'argon. La sua emivita, dopo un lungo dibattito, è stata determinata in circa 276 anni, e decade per emissione beta in 32P (che ha emivita di 14,28 anni) e quindi in 32S.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikipedia.org/w/index.php?title=Siłicio&oldid=1055199"