Difarense intrà łe version de "Łéngua irlandeze"

Nisun ojeto de cànbio
p (corr using AWB)
Nessun oggetto della modifica
<!--
 
Generalmente si ammette che l'irlandese avesse un po' alla volta soppiantato le lingue parlate precedentemente in Irlanda (di cui non si ha alcuna attestazione diretta, ma che hanno lasciato tracce come [[sostrato]] linguistico dell'irlandese) rimanendo l'unica lingua parlata nell'isola all´epoca dell'arrivo del Cristianesimo nel IV e V secolo. Si hanno le prove di contatti con la [[Britannia romana|Gran Bretagna romanizzata]]. A questo periodo risalgono alcuni [[prestito(linguistica)|prestiti]] [[Lengua latina|latini]] dell´irlandese, in cui si rispecchia la pronuncia regionale del latino nelle isole britanniche. Altre parole sono giunte in Irlanda nel periodo dell´irlandese antico (600-900 d.C.) con il ritorno in [[Irlanda]] dei ''perigrini'' . Si trattava di monaci irlandesi e scozzesi, che perlopiù si recavano in missione sul continente dove esercitavano attività [[Monachesimo|monastiche]]. Questo antico irlandese, ricco di flessioni, mostra nella sua forma scritta un alto livello di standardizzazione e assenza di frazionamento dialettale.
 
A partire dall'arrivo dei [[Vichinghi]], alla fine dell´[[VIII secolo]], l´irlandese deve spartire l'isola con altre lingue, anche se dapprincipio in misura ridotta. Dopo le iniziali razzie e saccheggi, gli [[scandinavi]] si assimilarono in una misura che è tutt'oggi contestata (si insediarono soprattutto nelle città costiere come commercianti), lasciando tuttavia poche tracce nella lingua irlandese. Il numero di prestiti scandinavi ammonta a una sessantina.<br/>
72

contribusion

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikipedia.org/wiki/Speçałe:DiffMobile/605799"